Ferruccio Soleri nasce a Firenze, dove frequenta la Facoltà di Matematica e Fisica e in seguito studia all’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica di Silvio d’Amico. Fa il suo debutto teatrale,da professionista, nel 1957 al Piccolo Teatro di Milano nel “La favola del figlio cambiato” di L. Pirandello.

In seguito recita in opere di Lorca, Babel, Ibsen, Brecht, Schnitzler, Shakespeare, Goldoni, Molière, Marivaux, Gogol, Neruda diretto da importanti registi tra i quali Menegatti, Streller, Chéreau, Huston, Squarzina,Giucciardini, Pugelli, Vitez, Langhoff.

Nel 1963 debutta nel ruolo di protagonista in “Arlecchino, servitore di due padroni” di Goldoni per la regia di Giorgio Strehler. Spettacolo che quasi ogni anno è stato ripreso e che continua a fare tournèe tuttora in Italia e in quasi tutto il mondo. Ha preso parte a film prodotti da alcune reti televisive europee tra i quali “Mozart und Da Ponte” di Friedel, “ La Trappola” di Lizzani.

Nel1971 fa il suo debutto anche come regista ne ”Il Corvo” di Gozzi. Da allora ha messo in scena: “La Locandiera”, “I due gemelli veneziani”, “La castalda”, “Il ventaglio” e “L’impresario delle Smirne” di Goldoni; “La mandragola” di Macchiavelli”, “Arlecchino, l’amore e la fame” di Ferrante e Soleri, “Arlecchino, fame…fame… fame…” di De Martino e Soleri.

Cosi come regista ha messo in scena anche alcune opere liriche di repertorio: “Don Pasquale”, “Convenienze e inconvenienze teatrali” di Donizetti; “Il barbiere di Siviglia”, “L’italiana in Algeri”, “Il signor Bruschino” e “il turco in Italia” di Rossini; “Duello comico” di Paisiello; “Livietta e Tracollo” e “La Serva padrona” di Pergolesi; “Il ratto del serraglio” e “La finta giardiniera” di Mozart; “Il trionfo dell’onore” di Scarlatti; “La traviata” di Verdi; “Il franco cacciatore” di Weber; “ La sposa venduta” di Smetana; “L’Arcadia in Brenta” di Galluppi e le operette “Notte a Venezia” di Strass e “La vedova allegra” di Lehar.

Questi spettacoli sono stati allestiti in varie città tra le quali: Sallisburgo, Monaco di Baviera, Lione, Parigi, Karlsruhe, Zurigo, Bruxelles, Montevideo, Bologna, Modena, Parma, Treviso, Torino, ecc.

Ha insegnato in varie scuole di teatro tra le quali: la OttoFalkenberg-Schule di Monaco di Baviera, la Scuola Mudra di Maurice Bejart, il Max Reinhart-Seminar di Vienna, la Santa Clara University in California (USA), la Fondazione Gubekian di Lisbona, il Festival di Oguni (Giappone), la Scuola di Tearo di Valencia (Spagna), il Festival Internazionale di Lisbona, il Teatro Nazionale di Bucarest e il Festival Internazionale di Napoli.

Dirige stage sulla Commedia dell’Arte e sul Teatro in tutto il mondo.

Fra i tanti premi che ha ricevuto: “Ambrogino d’oro” a Milano, “Arlecchino d’oro 2001” a Mantova, “Maschera d’oro 2001” a Mosca, “Medaglia d’oro 2005” a Roma come benemerito della scuola, della Cultura e dell’Arte, “Leone d’oro alla carriera” al Festival Internazionale 2006 a Venezia.
È stato nominato l’11 maggio 2007 Ambasciatore Italiano nel Mondo per UNICEF - ITALIA